Home / Emilia Romagna / Percorsi e itinerari / Un giorno a Ravenna

La Ravenna dei luoghi imperdibili

Un giorno alla scoperta della città, dal passato al futuro

Lettura: 6 minuti

Ravenna è una di quelle città che si ha la necessità di visitare, almeno una volta nella vita. L'incredibile bellezza senza tempo dei suoi Mosaici, e il fascino della sua ricca eredità storica e culturale, la rendono un punto di riferimento turistico che continua a meravigliare migliaia di visitatori ogni anno.

Ma potresti anche scegliere di non visitare Ravenna dai suoi Monumenti Unesco, oppure avendoli già visitati vorrai semplicemente concentrarti su altro.

Se vuoi vivere da vicino le atmosfere della città e scoprire qualche curiosità, non perderti questo itinerario, che è anche un vero e proprio percorso nella storia: parte dall’antichità, percorre il Medioevo, il Rinascimento e arriva fino ai giorni nostri.

Lo sai che sono proprio le zone più amate anche dagli stessi ravennati?

Adatto a :

Tutti, adulti e bambini

Mezzo :

Visita la città a piedi o in bicicletta

Periodo consigliato:

4 stagioni

Una giornata di divertimento in famiglia

Se viaggi insieme ai bambini, a soli 10 km da Ravenna ti aspetta Mirabilandia, il parco divertimento più grande d’Italia! Può essere una buona alternativa per una giornata lontano dalla città... qui troverai attrazioni di ogni tipo: un vero paradiso del divertimento!

Fare un girotondo a Ravenna

Il ricco centro storico di Ravenna potrebbe essere rappresentato con un compasso su un foglio A4, disegnando due cerchi secanti tra loro: un itinerario circolare che vede la presenza del Sommo Poeta, luoghi magici e vicoletti che possono trovarsi anche fuori dalle solite guide.

Fai un girotondo a Ravenna, e divertiti durante questa proposta di itinerario che parte dai luoghi storici della città, dalla zona “Dantesca”, passa dai musei a ed arriva alla zona più moderna e riqualificata della darsena.

L'Antico...

Il primo luogo che merita una visita è la Biblioteca Classense: questa antica biblioteca si trova all'interno di una bellissima Abbazia camaldolese risalente al 1500.

Qui rimarrai stupito dalla quantità di volumi storici al suo interno...ma non ci sono mica solo libri antichi: pavimenti in mosaico, pregiati affreschi, architetture lignee, accoglienti sale letture e chiostri meravigliosi al suo esterno.

...il Medievale...

Dante è per la città quasi come un monumento stesso: nel centro di Ravenna, dove il Sommo Poeta visse gli ultimi anni della sua vita e dove nel 1321 morì, c’è un luogo speciale dedicato a lui dove si trovano tranquillità e silenzio, proprio in forma di rispetto verso il suo riposo.

Una storia lunga...ben settecento anni! Finalmente, dal 1865 in poi, a parte dei piccoli trasferimenti durante la Seconda Guerra Mondiale, le spoglie del Sommo Poeta sono rimaste all’interno del tempietto che troverai qui.

Quest’area è chiamata appunto “Zona del Silenzio”: è il luogo forse più suggestivo della città, sia per la sua unicità che per il segno identitario e culturale legato a Dante, dal valore inestimabile. Proprio per questo dal 2016 si è avviato l’iter per il riconoscimento Unesco di questo scrigno, che comprende:

- la Basilica di San Francesco, con la Tomba di Dante,
- il Quadrarco di Braccioforte,
- il Museo Dantesco.

Un momento da non perdere:  

“L’ora che volge il disìo”: E’ la lettura perpetua della Divina Commedia che si svolge tutti i giorni alle 18:00 (ore 17:00 in inverno) alla Tomba di Dante. Viene letto un canto della Commedia per celebrare l’universalità dell’opera dantesca. L’iniziativa è gratuita ed è aperta a tutti, controllando la disponibilità sul calendario. Per informazioni e prenotazioni delle letture: leggidante@ravennantica.org

...il Moderno

Assolutamente da scoprire è la nuova darsena di Ravenna: anche se non ha il fascino del centro storico e dei Monumenti Unesco, ci può competere benissimo, grazie alle atmosfere che puoi trovarci in ogni momento della giornata.

5 cose da fare qui:

Ecco dei validi spunti per le tue esperienze...pensa che potresti farle anche tutte insieme! 

  • fare una passeggiata sull’acqua nella zona “rigenerata” dove potrai catturare i migliori tramonti ravennati
  • il punto di partenza per una visita in bicicletta della città, sono tante quelle organizzate a cui poter aggregarti 
  • iniziare uno streetart tour che prosegue alla Cittadella della street art: sbircialo qui (link articolo streetart)
  • bere uno spritz “galleggiante” in uno dei tanti localini distribuiti sul lungo darsena o con i piedi nella sabbia della Darsena Pop
  • sederti su una panchina di mosaico o utilizzarne una smart per riposarti o restare connesso con la comunità

E poi c'è il Museo D’Arte di Ravenna, nel chiostro dell’Abbazia di Santa Maria in Porto, la cosiddetta Loggetta Lombardesca, realizzata nel XVI secolo.

Le opere all’interno vanno dal Tardo Medioevo fino ai giorni nostri, affiancando allo studio delle tecniche più antiche i temi emergenti dei linguaggi visivi attuali. Espone inoltre una colorata collezione di mosaici contemporanei, che dall’interno prosegue fino ali esterni.

Itinerario

1/7

Biblioteca Classense

Partiamo in questo viaggio storico con la prima tappa: la Biblioteca Classense. 

Con una collezione di opere a stampa antiche che conta più di 80.000 unità e 750 volumi di preziosi manoscritti, al suo interno ha tantissimi elementi preziosi, come edizioni ristampate in epoca medievale di manoscritti antichissimi... quale luogo migliore dove iniziare il tuo percorso se non qui? Dentro queste mura si respira ancora l’aria di un passato glorioso, che è stato tramandato attraverso questi libri preziosi.

Un consiglio: quando sei in questa zona perditi nelle viuzze delle botteghe artigiane, laboratori e negozietti, troverai una idea per qualche souvenir dalla città, o magari solo per vedere all’opera artisti ed insegnanti: sarà un'esperienza alternativa!

2/7

Basilica di San Francesco e Tomba di Dante

Raggiungi la Basilica di San Francesco, che si trova nell’omonima piazza: è stata la cattedrale più frequentata da Dante durante la sua permanenza a Ravenna, dalla forma classica con ampie navate e colonne e la celebre cripta di San Francesco. L'attrattiva maggiore è proprio questa: sotto l’altare è visibile la Cripta del X Secolo, riflettente di luce con la sua bellissima pavimentazione in mosaico totalmente ricoperta dall’acqua, in cui nuotano degli allegri pesciolini rossi!

La Tomba di Dante si trova dentro la Basilica ed è oggi il riferimento principale della Zona del Silenzio. Le spoglie del poeta si trovano qui, nel sepolcro neoclassico del 1782, dopo un susseguirsi di nascondigli, in seguito anche alle contese storiche tra Ravenna e Firenze.

3/7

Quadrarco di Braccioforte

Affianco alla Basilica si trova il giardino con il Quadrarco di Braccioforte: un antico oratorio che prende nome da una leggenda, secondo la quale due fedeli prestarono giuramento invocando il “braccio forte” di Cristo, la cui immagine era posta in quel luogo.

Durante la 2° Guerra mondiale la cassetta con le spoglie di Dante fu spostata e messa al sicuro qui, sotto un cumulo di terra al centro del giardino, che ancora oggi si può vedere.

Dal 1945 il Sommo poeta è finalmente tornato nel suo mausoleo per il meritato riposo eterno.

4/7

Museo Dante

ll Museo Dante si trova al primo piano dell’ex Convento Francescano e propone un percorso innovativo e immersivo, tra storia e immagini, per vivere un’esperienza emozionale ed interattiva attorno alle opere e alla vita di Dante Alighieri.

Sono stati organizzati tantissimi eventi per celebrare i 700 anni dalla morte di Dante (1321-2021).

Su tutti i portali turistici puoi trovare informazioni e appuntamenti da segnare nella tua agenda 2021: visita https://vivadante.it/ e segui l’hashtag #vivadante per rimanere aggiornato!

5/7

Parco pubblico di Rocca Brancaleone

Dal periodo Dantesco prosegui verso l’inizio del Rinascimento... entrando nella Rocca Brancaleone, costruita dai Veneziani a partire dal 1457. Il luogo ideale per una pausa e per un momento di relax nel verde, circondati da mura storiche.

All’interno c’è oggi un bellissimo giardino pubblico, molto frequentato dai Ravennati, anche per le numerose manifestazioni che si tengono qui: rappresentazioni teatrali, concerti, festival di musica jazz e il popolarissimo cinema all’aperto d’estate. Qui troverai anche un'area gioco per bambini, una pista di pattinaggio, fontane, panchine, bar e altri servizi.

Fermati qui per una pausa pranzo o per una merenda, all’ombra degli alberi: ci sono diversi bar e anche un punto di ristoro.

6/7

Darsena PopUp

Prosegui verso questo quartiere moderno, il più speciale di Ravenna… si trova affianco alla Stazione, ed è una darsena a tutti gli effetti. Rientra nel progetto di rigenerazione e arredo urbano di Ravenna, diventando negli ultimi anni uno spazio di condivisione smart e digitale, dove si svolgono attività, spettacoli ed eventi culturali.

Il suo simbolo sono le coloratissime panchine artistiche, fatte in mosaico e da una forte valenza sociale: sono infatti state realizzate da una piccola comunità olandese di Tilburg, con lo scopo di stimolare il recupero sociale di disoccupati e indigenti. E poi ci sono tre panchine smart, “in dialogo” non solo per sedersi... tramite pannelli solari consentono di caricare il telefono ed hanno anche disponibile una rete wi-fi. In Darsena troverai anche tanto altro, come la suggestiva passerella in legno e acciaio zincato, lunga 1140 metri con spazi di sosta, gradoni, fiori ed illuminazione. 

7/7

Museo d'Arte di Ravenna

Ultima tappa del tuo itinerario, il MAR (Museo d’Arte della Città di Ravenna).

Il Museo espone opere d'arte moderna e contemporanea, ed è meraviglioso solo a guardarlo da fuori! Davanti alla facciata frontale, vedrai una strana statua: è l’iconico Cavallo di Mimmo Paladino, che è recentemente entrato a far parte delle collezioni di proprietà del Museo.

Oltre ad essere stravagante, questo cavallo è anche molto fotogenico... prova a fotografarlo e vedrai!

Anche il MAR ha dedicato molta parte dei suoi spazi mostre per le celebrazioni dell’anniversario della nascita di Dante: sei curioso? Visita il sito del museo per tutte le news!

1/7

Biblioteca Classense

Partiamo in questo viaggio storico con la prima tappa: la Biblioteca Classense. 

Con una collezione di opere a stampa antiche che conta più di 80.000 unità e 750 volumi di preziosi manoscritti, al suo interno ha tantissimi elementi preziosi, come edizioni ristampate in epoca medievale di manoscritti antichissimi... quale luogo migliore dove iniziare il tuo percorso se non qui? Dentro queste mura si respira ancora l’aria di un passato glorioso, che è stato tramandato attraverso questi libri preziosi.

Un consiglio: quando sei in questa zona perditi nelle viuzze delle botteghe artigiane, laboratori e negozietti, troverai una idea per qualche souvenir dalla città, o magari solo per vedere all’opera artisti ed insegnanti: sarà un'esperienza alternativa!

2/7

Basilica di San Francesco e Tomba di Dante

Raggiungi la Basilica di San Francesco, che si trova nell’omonima piazza: è stata la cattedrale più frequentata da Dante durante la sua permanenza a Ravenna, dalla forma classica con ampie navate e colonne e la celebre cripta di San Francesco. L'attrattiva maggiore è proprio questa: sotto l’altare è visibile la Cripta del X Secolo, riflettente di luce con la sua bellissima pavimentazione in mosaico totalmente ricoperta dall’acqua, in cui nuotano degli allegri pesciolini rossi!

La Tomba di Dante si trova dentro la Basilica ed è oggi il riferimento principale della Zona del Silenzio. Le spoglie del poeta si trovano qui, nel sepolcro neoclassico del 1782, dopo un susseguirsi di nascondigli, in seguito anche alle contese storiche tra Ravenna e Firenze.

3/7

Quadrarco di Braccioforte

Affianco alla Basilica si trova il giardino con il Quadrarco di Braccioforte: un antico oratorio che prende nome da una leggenda, secondo la quale due fedeli prestarono giuramento invocando il “braccio forte” di Cristo, la cui immagine era posta in quel luogo.

Durante la 2° Guerra mondiale la cassetta con le spoglie di Dante fu spostata e messa al sicuro qui, sotto un cumulo di terra al centro del giardino, che ancora oggi si può vedere.

Dal 1945 il Sommo poeta è finalmente tornato nel suo mausoleo per il meritato riposo eterno.

4/7

Museo Dante

ll Museo Dante si trova al primo piano dell’ex Convento Francescano e propone un percorso innovativo e immersivo, tra storia e immagini, per vivere un’esperienza emozionale ed interattiva attorno alle opere e alla vita di Dante Alighieri.

Sono stati organizzati tantissimi eventi per celebrare i 700 anni dalla morte di Dante (1321-2021).

Su tutti i portali turistici puoi trovare informazioni e appuntamenti da segnare nella tua agenda 2021: visita https://vivadante.it/ e segui l’hashtag #vivadante per rimanere aggiornato!

5/7

Parco pubblico di Rocca Brancaleone

Dal periodo Dantesco prosegui verso l’inizio del Rinascimento... entrando nella Rocca Brancaleone, costruita dai Veneziani a partire dal 1457. Il luogo ideale per una pausa e per un momento di relax nel verde, circondati da mura storiche.

All’interno c’è oggi un bellissimo giardino pubblico, molto frequentato dai Ravennati, anche per le numerose manifestazioni che si tengono qui: rappresentazioni teatrali, concerti, festival di musica jazz e il popolarissimo cinema all’aperto d’estate. Qui troverai anche un'area gioco per bambini, una pista di pattinaggio, fontane, panchine, bar e altri servizi.

Fermati qui per una pausa pranzo o per una merenda, all’ombra degli alberi: ci sono diversi bar e anche un punto di ristoro.

6/7

Darsena PopUp

Prosegui verso questo quartiere moderno, il più speciale di Ravenna… si trova affianco alla Stazione, ed è una darsena a tutti gli effetti. Rientra nel progetto di rigenerazione e arredo urbano di Ravenna, diventando negli ultimi anni uno spazio di condivisione smart e digitale, dove si svolgono attività, spettacoli ed eventi culturali.

Il suo simbolo sono le coloratissime panchine artistiche, fatte in mosaico e da una forte valenza sociale: sono infatti state realizzate da una piccola comunità olandese di Tilburg, con lo scopo di stimolare il recupero sociale di disoccupati e indigenti. E poi ci sono tre panchine smart, “in dialogo” non solo per sedersi... tramite pannelli solari consentono di caricare il telefono ed hanno anche disponibile una rete wi-fi. In Darsena troverai anche tanto altro, come la suggestiva passerella in legno e acciaio zincato, lunga 1140 metri con spazi di sosta, gradoni, fiori ed illuminazione. 

7/7

Museo d'Arte di Ravenna

Ultima tappa del tuo itinerario, il MAR (Museo d’Arte della Città di Ravenna).

Il Museo espone opere d'arte moderna e contemporanea, ed è meraviglioso solo a guardarlo da fuori! Davanti alla facciata frontale, vedrai una strana statua: è l’iconico Cavallo di Mimmo Paladino, che è recentemente entrato a far parte delle collezioni di proprietà del Museo.

Oltre ad essere stravagante, questo cavallo è anche molto fotogenico... prova a fotografarlo e vedrai!

Anche il MAR ha dedicato molta parte dei suoi spazi mostre per le celebrazioni dell’anniversario della nascita di Dante: sei curioso? Visita il sito del museo per tutte le news!

Esperienze correlate

Persone in continuo movimento

Scopri
Borgo San Giuliano Una passeggiata tra case color pastello e murales.
Scopri
Street Art a Rimini Una colorata passeggiata tra la Street Art riminese.
Scopri
Da Montebello a Saiano Una dolce camminata nel cuore della Valmarecchia.
Scopri
Passeggiata Felliniana Un itinerario seguendo i luoghi dell'immaginario felliniano.