Home / Marche / Natura e spazi aperti / Gola del Furlo

Gola del Furlo: un canyon nelle Marche

Tra le meraviglie naturali create dal fiume

Lettura: 3 minuti

Il punto di vista, quando si visitano i luoghi, è fondamentale: spesso la bellezza autentica necessita di un cambio di occhi ma anche di un'esperienza forte per essere apprezzata. Nelle Marche nulla di più semplice: tutto viene da sé e fluisce naturale come il corso del fiume.

Una gola naturale ricca di paesaggi e scorci bellissimi dove la storia millenaria si guarda dall’alto, dal basso, o direttamente dall’acqua. Nelle Marche c’è il Canyon delle Meraviglie!

Se quando pensi alle Marche ti viene in mente solo il mare o i borghi in collina, è arrivato il momento di scoprire anche la sua natura strabiliante. Le Marche hanno la bellezza a portata di mano, di piedi ed in alcuni casi anche di pagaia!

Mezzo :

Piedi, Bicicletta, Kayak

Durata :

Una giornata avventurosa

Periodo consigliato:

Primavera, Estate

Marmitte dei Giganti

Sono delle cavità naturali nate dall'erosione del fiume nel corso degli anni con pareti rocciose alte fino 30 metri e dove ancora oggi il corso d’acqua fluisce in maniera vorticosa creando uno scenario suggestivo ed unico.

Nella magia della gola disegnata dal fiume

Tra le cose più incredibili in natura troviamo la forza del fiume che passa e che con il suo “corso” muove e crea magie nella roccia e trasforma i paesaggi attorno. Come è accaduto nelle Marche in prossimità di Fossombrone, dove il fiume Metauro o meglio, il suo affluente Candigliano, ha creato una meraviglia immersa nel verde e protetta dalle rocce.

Sono pochi e rari i canyon naturali visitabili nel nostro Belpaese, dei veri e propri patrimoni naturali. Nel territorio marchigiano trovi la Gola del Furlo e il vicino canyon delle Lame Rosse: due vere sorprese per chi percorre il territorio per la prima volta e che, neanche dirlo, meritano di essere visitati!

Gola del Furlo

Siamo nella Riserva Naturale Gola del Furlo, a pochi chilometri dalle spiagge di Fano e dalla bellissima Urbino, dove potrai ammirare la naturale bellezza marchigiana scavata nella roccia, e dove tra acqua e verde camminerai in luoghi incredibili.

Sei nel luogo perfetto per goderti una giornata all’aria aperta e vivere la compagnia della famiglia o degli amici più cari, oppure perché non fartene di nuovi durante una escursione, in canoa o a piedi? Da questo luogo magico ne partono diverse in tutti i periodi dell’anno.

Cosa fare in tutta questa bellezza?

È la meta scelta da escursionisti, turisti e sportivi per ammirare l’intera bellezza marchigiana: da qui partono sentieri per tutti che ti permetteranno di ammirare il paesaggio dall'alto, grazie a diversi punti panoramici raggiungibili anche in auto. Ma ci sono anche sentieri per i più allenati, immersi nella natura e praticabili solo con abbigliamento tecnico. E per gli amanti delle esperienze attive, dove la Gola può essere vissuta da vicino, magari in canoa direttamente dal fiume!

Saranno percorsi ricchi di emozione e nemmeno specificarlo, dove potrai scattare le migliori fotografie della tua esperienza!

Passione canyoning!

Una vera tendenza esplosa negli ultimi decenni, quella di fare dell’elemento naturale incredibile un buon pretesto per un'esperienza alternativa tra avventura e divertimento!

Seguire i fiumi e le cascate, camminare nei percorsi scavati dalla stessa natura affiancati dalle altissime pareti rocciose, oppure scalarle in maniera più selvaggia cambiando il punto di vista, scoprendo anche luoghi primordiali con una forte suggestione. Dove? Nelle Marmitte dei Giganti, per esempio!

Le Marmitte dei Giganti sono visibili dal Ponte di Diocleziano, chiamato anche Ponte dei Saltelli: già affacciandoti da lì potrai avere un'anteprima della suggestiva Gola del Furlo.

Una curiosità prima di iniziare il tuo percorso

Lo sai che ti trovi in un luogo speciale scelto dall'Aquila Reale per nidificare? L'Aquila è il simbolo del Furlo tanto da apparire anche sullo stemma della Riserva Naturale. Chissà se ne ammirerai qualcuna in volo mentre esplorerai il tuo percorso: anche a loro piacciono le pareti rocciose e le altezze vertiginose della gola!

1/3

Camminata da Fossombrone ad Acqualagna

Inizia il tuo percorso da Fossombrone dove puoi intraprendere a piedi il sentiero naturale tra la roccia e il verde che costeggia da vicino il corso del fiume Candigliano tra ponti, passerelle, grotte e scorci naturali magici.

Una piacevole camminata di circa due ore nel fresco e nella ammirazione che è adatta a tutti, sempre se adeguatamente equipaggiati di comode scarpe ed acqua per reidratarsi, al termine della quale troverai ad aspettarti uno dei panorama più suggestivi sulla Gola del Furlo!

Arriverai ad Acqualagna la capitale del tartufo: una visita è d'obbligo prima di tornare indietro verso Fossombrone!

2/3

In canoa tra le Marmitte dei Giganti

Per vivere la natura della Gola a pelo d’acqua e per rinfrescarti piedi e idee! Direttamente in acqua, trasportati dalla forza del fiume su una canoa o un kayak... e circondati di bellezza! È la vista mozzafiato nei punti più stretti, dove la gola si stringe e dove restituisce l'eco e la melodia del fiume che si stringe nella roccia, la vera esperienza alternativa che potrai fare qui!

Cosa c'è di meglio di una esperienza attiva al fresco per affrontare il calore dell'estate?

3/3

Suggestione verticale a prova di vertigini

Una terrazza dove affacciarti per vedere il miglior panorama del Furlo? Qui ce ne sono di diverse: una terrazza alta e una terrazza bassa per esempio, collegate e incluse nei percorsi escursionistici più complessi come il 449A, il sentiero principale del Passo del Furlo. Potrai scegliere se raggiungere le terrazze a piedi oppure comodamente in automobile.

È da questi punti che potrai vedere dall’alto la sua profondità, ma se soffri di vertigini non guardare giù! 

1/3

Camminata da Fossombrone ad Acqualagna

Inizia il tuo percorso da Fossombrone dove puoi intraprendere a piedi il sentiero naturale tra la roccia e il verde che costeggia da vicino il corso del fiume Candigliano tra ponti, passerelle, grotte e scorci naturali magici.

Una piacevole camminata di circa due ore nel fresco e nella ammirazione che è adatta a tutti, sempre se adeguatamente equipaggiati di comode scarpe ed acqua per reidratarsi, al termine della quale troverai ad aspettarti uno dei panorama più suggestivi sulla Gola del Furlo!

Arriverai ad Acqualagna la capitale del tartufo: una visita è d'obbligo prima di tornare indietro verso Fossombrone!

2/3

In canoa tra le Marmitte dei Giganti

Per vivere la natura della Gola a pelo d’acqua e per rinfrescarti piedi e idee! Direttamente in acqua, trasportati dalla forza del fiume su una canoa o un kayak... e circondati di bellezza! È la vista mozzafiato nei punti più stretti, dove la gola si stringe e dove restituisce l'eco e la melodia del fiume che si stringe nella roccia, la vera esperienza alternativa che potrai fare qui!

Cosa c'è di meglio di una esperienza attiva al fresco per affrontare il calore dell'estate?

3/3

Suggestione verticale a prova di vertigini

Una terrazza dove affacciarti per vedere il miglior panorama del Furlo? Qui ce ne sono di diverse: una terrazza alta e una terrazza bassa per esempio, collegate e incluse nei percorsi escursionistici più complessi come il 449A, il sentiero principale del Passo del Furlo. Potrai scegliere se raggiungere le terrazze a piedi oppure comodamente in automobile.

È da questi punti che potrai vedere dall’alto la sua profondità, ma se soffri di vertigini non guardare giù! 

Esperienze correlate

Persone in continuo movimento

Scopri
Monte San Bartolo Panorami e colori brillanti, ecco il Tetto del Mondo sulla Riviera marchigiana.

Hotel ideali per questa esperienza

Persone in continuo movimento